ALLARME ACUSTICO TEMPERATURA MOTORE

 

ATTENZIONE!!! Questo documento è stato redatto per mio uso personale, potete servirvene liberamente ma declino qualsiasi responsabilità al riguardo dell’ utilizzo che ne farete. Roberto Del Rosso       Questa modifica è particolarmente consigliata ai viaggiatori africani !

 

In tutti i motori moderni si usa il sistema di raffreddamento mediante un circuito ricavato da travasi nel corpo motore e tubi collegati ad un radiatore di raffreddamento esterno a contatto con aria forzata. Sono rimasti nella storia i motori raffreddati ad acqua come quelli della vecchia Fiat 500, del maggiolino o del Porche.
Questi motori erano apprezzati per la loro grande affidabilità.

Attualmente i motori hanno circuiti sigillati a 0,4-0,8 bar dove uno special liquido contenuto svolge la sua funzione di raffreddamento. Questo è esente da difetti costruttivi, ma talvolta per rari circostanze può succedere che ci sia una perdita nel circuito; le cause possono essere decine come una falla sul radiatore, una cattiva tenuta sui manicotti in gomma o lacerazione degli stessi manicotti, una perdita dalla pompa, un distacco dei tappi inseriti sul basamento, oppure invece di una perdita puo' avvenire una mancata circolazione del fluido per ostruzione interna (termostato-scorie), o per rottura della cinghia di azionamento della pompa o della pompa stessa.

COSA SUCCEDE CON UNA ANOMALIA AL RAFFREDDAMENTO?

In questi casi la perdita d'acqua o la mancata circolazione porterà rapidamente la temp° motore alle stelle; diciamo in circa 1-2 min., a questo punto il motore continuerà a girare senza darci segni di alcuna debolezza sino alla rottura della guarnizione di testa o alla fusione dei componenti di attrito. Diciamo anche qui in circa 2-10 min. a seconda del motore e della situazione.

 

COSA FA IL MOTORE LAND-ROVER PER AVVISARCI?

In effetti esiste un unico strumento che ci avvisa dell'inconveniente: il manometro della temp° acqua.

Ora dovrei spiegare a tutti coloro che non hanno avuto la disgrazia di trovarsi alla guida con inconvenienti del genere quanto sia difficile accorgersi dell'aumento della temp° in circa 2 min. di tempo, si perchè è questo il tempo utile per prevenire i danni. Ma chi è che quando guida controlla la temp° a cadenza esatta di 2 minuti durante tutta la guida???

Ecco quindi la mia risposta alle case costruttrici che dovrebbero pensare ad un accorgimento più efficace contro questi problemi.

Una spia acustica (Beeper) a 12v posta all'interno dnel cruscotto e collegata ad un interruttore termico con apertura 90°-95°.

La mia non è una invenzione, ma un semplice accorgimento per prevenire danni ed aunentare l'affidabilità del motore, ovviamente il sistema di allarme non risolve il problema ma LO SEGNALA. Questo ci permette di poter riempire la vaschetta con dell'acqua nel caso di perdita, o di farci trainare fino all'oficina più vicina.

 

I MATERIALI

io ho usato un Beeper a 6-12v utlzzato dai motocicli per i segnalatori di direzione, per il sensore ho usato un modello della gamma VDO per autoveicoli. Oltre a modelli semplici On/Off, esistono modelli doppi che permettono sia la funzione della lancetta del manometro (impulso variab.) che l'impulso costante (On/Off) su uno strumento da 3-5watt (Beeper).

La scelta dipende dal tipo di motore e dai gusti.

Spesso sui motori esistono prese secondarie per sensori specifici; nel caso del 300tdi esiste il sensore temp° sul cielo della testata e un secondo alloggiamento nelle vicinanze del termostato. Io ho preferito lasciate il sensore orig. sulla testata e aquistarne un secondo VDO esclusivamente per l'accensione prestabilita ad una certa temp° dell' allarme acustico. Il passo e la mis. della filettatura devono essere uguali al foro presente sul motore. La scelta tra i modelli disponibili del passo prefissato sarà in funzione nche dell'aperture del contatto, questa non deve essere inferiore a 90° e neppure superiore a 105°, dipende dal motore. Sulla mia Def ho scelto un apertura a 95°(+-3°) che risulta molto sensibile, in effetti in estate puo' scattare per brevi secondi durante sforzi alla max potenza. Personalmente consiglio un 97° per il Tdi.

Il circuito è assai semplice: il sensore collegato alla massa motore (Neg.) trasmetterà la massa al beeper solo quando si troverà nella condizione +95°; il beeper deve essere collegato con l'altro dei 2 cavi al Pos. che viene dal quadro acceso in modo da non emettere sibili a quadro spento. il Beeper pesa pochi grammi, quindi basta fissarlo con una fascetta di nylon al fascio dei cavi dietro al quadro strumenti.

Un test di funzionamento è assai semplice: basta accendere il quadro e ponticellare con un filo o pezzo metallico il motore con a liguetta "Faston" all'uscita del sensore. Il rumore sarà udibile anche all'esterno.

Questo sistema ovviamente necessita di una minima attenzione nel collegamento dei cavi:

1) usare fili nuovi e fascettarli facendo attenzione ad evitare parti in movimento o riscaldate del motore

2) ridurre le connessioni al minimo (una sul sensore e saldature sul beeper)

3) posare il filo lasciandolo abbondante sulle curve e ingresso nella paratia motore/abitacolo

4) eventualmente usare una guaina di rivestimento supplementare per il filo nel vano motore.

 

Questo documento e' stato creato da Roberto Del Rosso il 20.07.03. Il lavoro svolto dall'autore è a beneficio gratuito di tutti i landmaniacs che ne volessero fare uso. Nessuna responsabilità sarà addebitata all'autore per danni o vizi imputabili direttamente o indirettamente alla modifica descritta. E' assolutamente vietata la divulgazione del documento con qualsiasi sistema senza previo consenso scritto dell'autore o del web-master di www.Africaland.it ©Africaland.it