Africaland • Leggi argomento - utilizzo ridotte ecc.

utilizzo ridotte ecc.

Esperienze e consigli

Messaggioil 29/07/2015, 8:09

arkadia ha scritto:
francesco76 ha scritto:-.....Però sono del parere che è bello intervenire fisicamente quando l'auto non c'è la fa!

Mi trovò in twist e non mi muovo? Bene scendo dal land e mi inventò qualcosa del tipo che alo un pò di terra, trovò dei rami ecc.


ciao
discussione affrontata questa sera con amici
vecchia scuola con piccone e pala in macchina che affronta gli ostacoli come piace a te....divertente e bello
nuova scuola invece si lamenta proprio di questo, ovvero di quelli che spianano gli ostacoli
nel senso che fanno km per arrivare a fare un bel gancio e se lo trovano spianato, con l'albero con cui dovevi fare il contropelo sparito nel nulla, il sasso a richio boccia spostato a 10 metri, il buco pieno di sassi e tronchi, la schiena d'asino zappata, il dente con due muretti a secco tipo rampa di accesso....
insomma "spianano e rovinano" l'ostacolo rendendolo una carraia
questi sostengono che è barare...non fai l'ostacolo di guida ma lo rendi fattibile ad un G lungo aspirato gommato 205 senza blocchi....
due approcci entrambi condivisibili
io ho scelto il mio....


Come non quotarti !?!
Fino a qualche tempo fa la mia firma recitava pressapoco che "se quel masso il Signore lo aveva messo là, un motivo ci sarà pure stato" :mrgreen: :mrgreen:
Come si ammazzano la vita a distruggere, allo stesso modo dovrebbero ripristinare, ma a volte è impossibile.
Per fortuna ostacoli nuovi se ne trovano sempre ;)
Il Cingolato, castigatore di Patrol nel Mondo
titohill
Avatar utente
 
Messaggi: 935
Iscritto il: 11/01/2007, 12:38
Località: Marina di Ragusa

Messaggioil 29/07/2015, 9:33

Da non sottovalutare anche l'uso del blocco centrale in discesa, vedi in caso di neve, fango e comunque con scarsa aderenza. ..


non si finirà mai di ripeterlo.... :roll: :roll:

Centrale bloccato SEMPRE. Non ci sono motivi per lasciare il differenziale libero su fondi a scarsa aderenza, viceversa ci sono motivi tecnici che obbligano a farlo. Lasciando il centrale libero in discesa su scarsa aderenza si ha un ridottissimo effetto frenante e di grip. In altre parole la macchina scivola "a cannone" verso valle ed ogni manovra correttiva che si abbia in mente di fare non dà nessun effetto. SEMPRE il centrale bloccato, anche nel caso limite di discesa su asfalto con neve.
fanfango
Avatar utente
 
Messaggi: 3053
Iscritto il: 05/12/2003, 16:47
Località: Varese

Messaggioil 29/07/2015, 10:53

fanfango ha scritto:
Da non sottovalutare anche l'uso del blocco centrale in discesa, vedi in caso di neve, fango e comunque con scarsa aderenza. ..


non si finirà mai di ripeterlo.... :roll: :roll:

Centrale bloccato SEMPRE. Non ci sono motivi per lasciare il differenziale libero su fondi a scarsa aderenza, viceversa ci sono motivi tecnici che obbligano a farlo. Lasciando il centrale libero in discesa su scarsa aderenza si ha un ridottissimo effetto frenante e di grip. In altre parole la macchina scivola "a cannone" verso valle ed ogni manovra correttiva che si abbia in mente di fare non dà nessun effetto. SEMPRE il centrale bloccato, anche nel caso limite di discesa su asfalto con neve.


Personalmente invece in salita su asfalto (e strada tranquilla) con neve a volte preferisco tenere il centrale aperto. La guida é molto più rilassata, é da guidare molto meno di gas, che con il centrale bloccato invece tende sempre a raddrizzare. In discesa invece centrale bloccato, chiappe strette, e se inizia a partire, gas a paletta! :D se non basta fosso a monte :mrgreen:
Il discovery in discesa passa improvvisamente da piccolo peschereccio a nave baleniera 8-)
Babbano
 
Messaggi: 1565
Iscritto il: 18/06/2012, 18:55
Località: Italia

Messaggioil 29/07/2015, 16:19

Ma in salita con neve, se perdi aderenza ad una ruota, presubilmente davanti, a meno che non stai salendo in retromarcia e centrale non bloccato, come fai a procedere..?
Immagine
Ciao
90 TD5 My 2006 " Super Def " ( Project final storm )
29 Gennaio 2016 : fine di un mito, inizio di una leggenda
brunobis
Avatar utente
 
Messaggi: 7757
Iscritto il: 03/10/2011, 20:26
Località: Torino ovest
SOCIO AL

Messaggioil 29/07/2015, 17:40

Ma in salita con neve, se perdi aderenza ad una ruota, presubilmente davanti, a meno che non stai salendo in retromarcia e centrale non bloccato, come fai a procedere..?


Domanda più che corretta! ;)

infatti, come regola generale, se si procede col centrale libero significa che non siamo ancora nel campo della "bassa aderenza". Anche la neve può avere una discreta/buona aderenza.

Il problema è che il suo coefficiente di aderenza varia repentinamente e, dove fino ad un metro prima si avanzava col centrale libero, un metro dopo non si avanza più.

In questi casi istinto vuole che si freni per arrestarsi, ed è proprio questo il momento più pericoloso in cui non si rimane fermi, proprio per la mancanza del blocco del centrale.
fanfango
Avatar utente
 
Messaggi: 3053
Iscritto il: 05/12/2003, 16:47
Località: Varese

Messaggioil 29/07/2015, 21:51

fanfango ha scritto:
Ma in salita con neve, se perdi aderenza ad una ruota, presubilmente davanti, a meno che non stai salendo in retromarcia e centrale non bloccato, come fai a procedere..?


Domanda più che corretta! ;)

infatti, come regola generale, se si procede col centrale libero significa che non siamo ancora nel campo della "bassa aderenza". Anche la neve può avere una discreta/buona aderenza.

Il problema è che il suo coefficiente di aderenza varia repentinamente e, dove fino ad un metro prima si avanzava col centrale libero, un metro dopo non si avanza più.

In questi casi istinto vuole che si freni per arrestarsi, ed è proprio questo il momento più pericoloso in cui non si rimane fermi, proprio per la mancanza del blocco del centrale.



Saranno sensazioni personali, ma su asfalto e neve io preferisco andare a centrale sbloccato. Secondo me la macchina si guida nettamente meglio e con meno concentrazione. Poi ovviamente se la neve è alta piú di 20cm da non permettere mai alle gomme di toccare l'asfalto, si al centrale bloccato. Ma nel misto secondo me il centrale bloccato complica solo la guida. E comunque bloccarlo ci si mette un secondo, si può fare al volo
Babbano
 
Messaggi: 1565
Iscritto il: 18/06/2012, 18:55
Località: Italia

Messaggioil 18/08/2015, 15:19

torno alla domanda iniziale per dire che relativamente all'uso delle ridotte, i corsi FIF suggeriscono di usare le ridotte per salvaguardare la il cambio. infatti inserendo il riduttore in fuoristrada SEMPRE, si frappone lo stesso fra ruote e cambio e quindi le sollecitazioni che il terreno da alle ruote non arrivano al cambio, ma vengono "assorbite" dal riduttore.
aliasmarco
 
Messaggi: 152
Iscritto il: 09/01/2014, 11:13
Località: Milano

Messaggioil 21/08/2015, 17:09

Ecco, siccome io faccio off road pesante ogni giorno (see magariii!!!) mi sorge un altro dubbio!

Un bel pò di tempo fa lessi che in caso di scarsa aderenza delle ruote posteriori bisogna tirare un pò la leva del freno a mano per poter far si che il riduttore posteriore agisca su entrambe le ruote.
È giusto? O come al solito non capisco un chezzo (scritto alla barese)?
Spiegate un pò per favore!

Poi se mi trovo a dover affrontare una salita o anche una dunetta, alla fine della quale gratto il di sotto del fuoristrada con la cresta della salita (spanciare, si dice così?), come la devo affrontare?

Che il sappia bisogna affrontare questa tipologia di ostacoli sempre perpendicolarmente al muso del land, ma siccome io stesso non mi fido dei miei ragionamenti, vi chiedo:
Esistono casi in cui bisogna andare di sbiego? Cioè far salire/scendere prima una ruota e poi l'altra dello stesso asse?
Hai problemi con qualche utente?
Vuoi umiliarlo pubblicamente?
Bene!

Sfidalo nell'arena del "fight club by africaland"

http://www.africaland.it/forum/viewtopic.php?f=19&t=104195
francesco76
 
Messaggi: 3494
Iscritto il: 16/08/2013, 14:03
Località: Corato (BA)

Messaggioil 21/08/2015, 17:53

La cresta, per non spanciare, la spigoli ;)
...il fu taeniura74...
kevod
Avatar utente
 
Messaggi: 1401
Iscritto il: 23/03/2015, 16:20
Località: Regione Salento - Lecce

Messaggioil 21/08/2015, 17:54

Un bel pò di tempo fa lessi che in caso di scarsa aderenza delle ruote posteriori bisogna tirare un pò la leva del freno a mano per poter far si che il riduttore posteriore agisca su entrambe le ruote.
È giusto? O come al solito non capisco un chezzo (scritto alla barese)?


Questo si basa sul fatto che il freno a mano agisce sugli alberi di trasmissione. Comunque non serve a una cippa, evita di farlo che già fanno pena ( i freni a mano originali) che non c'è bisogno di sforzarli inutilmente.

se mi trovo a dover affrontare una salita o anche una dunetta, alla fine della quale gratto il di sotto del fuoristrada con la cresta della salita (spanciare, si dice così?), come la devo affrontare?

Che il sappia bisogna affrontare questa tipologia di ostacoli sempre perpendicolarmente al muso del land, ma siccome io stesso non mi fido dei miei ragionamenti, vi chiedo:
Esistono casi in cui bisogna andare di sbiego? Cioè far salire/scendere prima una ruota e poi l'altra dello stesso asse?


Bisogna differenziare gli ostacoli: se parli di SALITA, sempre lungo la linea di massima pendenza (muso dritto rispetto all'ostacolo); se parli di DOSSO, puoi affrontarlo trasversalmente, questo aiuta ad aumentare l'angolo di dosso.


Quale è la differenza tra SALITA e DOSSO? La lunghezza: il dosso è lungo al massimo poco più della vettura e quindi anche l'approccio trasversale con lo sbilanciamento dei pesi che ne consegue, non crea particolari problemi in quanto, appunto, il tratto salita-discesa è molto corto.

Nelle SALITE e successive DISCESE invece si preferisce mantenere la linea di massima pendenza per avere la macchina più stabile possibile. in questo caso quindi bisogna arrivare in cima con adeguato abbrivio, rilasciare il gas al momento giusto ed altrettanto al momento giusto riaccelerare. Questo aiuta a non spanciare. (ma non è detto che sia sufficiente....)
fanfango
Avatar utente
 
Messaggi: 3053
Iscritto il: 05/12/2003, 16:47
Località: Varese

Messaggioil 21/08/2015, 18:02

francesco76 ha scritto:Un bel pò di tempo fa lessi che in caso di scarsa aderenza delle ruote posteriori bisogna tirare un pò la leva del freno a mano per poter far si che il riduttore posteriore agisca su entrambe le ruote.
È giusto? O come al solito non capisco un chezzo (scritto alla barese)?

...questo pezzo proprio non lo capisco.....
secondo me hai fatto un mix di cose
Att.ne lavorare sui mezzi da offroad è il mio lavoro; quindi valutate di testa vostra un eventuale conflitto di interessi
arkadia
Avatar utente
 
Messaggi: 7252
Iscritto il: 13/01/2004, 18:51
Località: Reggio Emilia

Messaggioil 21/08/2015, 19:05

arkadia ha scritto:
francesco76 ha scritto:Un bel pò di tempo fa lessi che in caso di scarsa aderenza delle ruote posteriori bisogna tirare un pò la leva del freno a mano per poter far si che il riduttore posteriore agisca su entrambe le ruote.
È giusto? O come al solito non capisco un chezzo (scritto alla barese)?

...questo pezzo proprio non lo capisco.....
secondo me hai fatto un mix di cose

al massimo questo potrebbe aiutare nelle vetture non dotate di blocco centrale, ma aiuterebbe veramente poco...
Ciao da Pippo!
In direzione ostinata e contraria.

http://discoverytd5.altervista.org

Discovery II Td5 Millennium

francesco76 ha scritto:Idee favolose dentro di me!!!
pipippo91
Avatar utente
 
Messaggi: 4858
Iscritto il: 10/10/2013, 14:52
Località: Reggio Calabria - Ferrara

Messaggioil 21/08/2015, 19:56

fanfango ha scritto:
Un bel pò di tempo fa lessi che in caso di scarsa aderenza delle ruote posteriori bisogna tirare un pò la leva del freno a mano per poter far si che il riduttore posteriore agisca su entrambe le ruote.
È giusto? O come al solito non capisco un chezzo (scritto alla barese)?


Questo si basa sul fatto che il freno a mano agisce sugli alberi di trasmissione. Comunque non serve a una cippa, evita di farlo che già fanno pena ( i freni a mano originali) che non c'è bisogno di sforzarli inutilmente.

se mi trovo a dover affrontare una salita o anche una dunetta, alla fine della quale gratto il di sotto del fuoristrada con la cresta della salita (spanciare, si dice così?), come la devo affrontare?

Che il sappia bisogna affrontare questa tipologia di ostacoli sempre perpendicolarmente al muso del land, ma siccome io stesso non mi fido dei miei ragionamenti, vi chiedo:
Esistono casi in cui bisogna andare di sbiego? Cioè far salire/scendere prima una ruota e poi l'altra dello stesso asse?


Bisogna differenziare gli ostacoli: se parli di SALITA, sempre lungo la linea di massima pendenza (muso dritto rispetto all'ostacolo); se parli di DOSSO, puoi affrontarlo trasversalmente, questo aiuta ad aumentare l'angolo di dosso.


Quale è la differenza tra SALITA e DOSSO? La lunghezza: il dosso è lungo al massimo poco più della vettura e quindi anche l'approccio trasversale con lo sbilanciamento dei pesi che ne consegue, non crea particolari problemi in quanto, appunto, il tratto salita-discesa è molto corto.

Nelle SALITE e successive DISCESE invece si preferisce mantenere la linea di massima pendenza per avere la macchina più stabile possibile. in questo caso quindi bisogna arrivare in cima con adeguato abbrivio, rilasciare il gas al momento giusto ed altrettanto al momento giusto riaccelerare. Questo aiuta a non spanciare. (ma non è detto che sia sufficiente....)



Gentilissimo, ho imparato qualcosina anche se solo teoricamente purtroppo.

arkadia ha scritto:
francesco76 ha scritto:Un bel pò di tempo fa lessi che in caso di scarsa aderenza delle ruote posteriori bisogna tirare un pò la leva del freno a mano per poter far si che il riduttore posteriore agisca su entrambe le ruote.
È giusto? O come al solito non capisco un chezzo (scritto alla barese)?

...questo pezzo proprio non lo capisco.....
secondo me hai fatto un mix di cose


Ricordo di aver letto così o comunque qualcosa di molto simile prima di comprare il Land quando leggevo sui forum del galloper e del feroza.

Probabile che ricordi malissimo.
Hai problemi con qualche utente?
Vuoi umiliarlo pubblicamente?
Bene!

Sfidalo nell'arena del "fight club by africaland"

http://www.africaland.it/forum/viewtopic.php?f=19&t=104195
francesco76
 
Messaggi: 3494
Iscritto il: 16/08/2013, 14:03
Località: Corato (BA)

Messaggioil 23/08/2015, 15:54

...forse parlavano di autobloccanti posteriori...magari hanno freno a mano sulle pinze o ganasce
Att.ne lavorare sui mezzi da offroad è il mio lavoro; quindi valutate di testa vostra un eventuale conflitto di interessi
arkadia
Avatar utente
 
Messaggi: 7252
Iscritto il: 13/01/2004, 18:51
Località: Reggio Emilia

Messaggioil 24/02/2016, 20:47

Spettacolare quel video, peccato sia in inglese :D :D
Defender 110 sw td5 2005
Fabio7824
 
Messaggi: 30
Iscritto il: 22/02/2016, 15:52
Località: Canelli

Messaggioil 14/12/2016, 19:01

Riprendo questa discussione perche' ci devo capire ancora molto e vi sarei grato se mi dareste altri consigli,ho fatto un disegnino da mettere nel defy per future prove,per cortesia ditemi se ho sbagliato e se avete indicazioni di guida in base ai numeri dei disegnini,grazieImmagine
Vedere la fila di auto (incolonnate) sulla statale e tu con il Def tranquillo per i campi, non ha prezzo!!!by Mummia
Dominik
Avatar utente
 
Messaggi: 858
Iscritto il: 13/03/2016, 16:08

Messaggioil 14/12/2016, 19:49

Dominik ha scritto:Riprendo questa discussione perche' ci devo capire ancora molto e vi sarei grato se mi dareste altri consigli,ho fatto un disegnino da mettere nel defy per future prove,per cortesia ditemi se ho sbagliato e se avete indicazioni di guida in base ai numeri dei disegnini,grazieImmagine

1: Fuoristrada,tutte le zone dove perdi o rischi di perdere aderenza, dove hai bisogno di coppia e motricità allo stesso tempo, o freno motore forte e più trazione possibile insieme.
2: Asfalto con: Discese ripide con carichi al seguito, traino in salita su fondi ad alta aderenza, stradine sterrate pianeggianti a buona aderenza.
3: Quando perdi aderenza, ma devi necessariamente "filare" per poter galleggiare o passare. A volte anche in situazioni in cui la retro ridotta è troppo ridotta e non ti permette di tornare, con quella lunga te la puoi giocare.
4: In marcia come quando sei in una comune vettura 4x4 con 3 diff. :D
Più o meno, in linea di massima, la vedo cosi, poi ogni situazione che si crea è a se stante e va valutata al momento :D
Quando è la passione a spingerti.. Niente ti può fermare..
Angio
Avatar utente
 
Messaggi: 1585
Iscritto il: 09/10/2009, 15:50
Località: Mercogliano (AV)

Messaggioil 14/12/2016, 20:47

Angio ha scritto:
Dominik ha scritto:Riprendo questa discussione perche' ci devo capire ancora molto e vi sarei grato se mi dareste altri consigli,ho fatto un disegnino da mettere nel defy per future prove,per cortesia ditemi se ho sbagliato e se avete indicazioni di guida in base ai numeri dei disegnini,grazieImmagine

1: Fuoristrada,tutte le zone dove perdi o rischi di perdere aderenza, dove hai bisogno di coppia e motricità allo stesso tempo, o freno motore forte e più trazione possibile insieme.
2: Asfalto con: Discese ripide con carichi al seguito, traino in salita su fondi ad alta aderenza, stradine sterrate pianeggianti a buona aderenza.
3: Quando perdi aderenza, ma devi necessariamente "filare" per poter galleggiare o passare. A volte anche in situazioni in cui la retro ridotta è troppo ridotta e non ti permette di tornare, con quella lunga te la puoi giocare.
4: In marcia come quando sei in una comune vettura 4x4 con 3 diff. :D
Più o meno, in linea di massima, la vedo cosi, poi ogni situazione che si crea è a se stante e va valutata al momento :D

e io ti ringrazio per l'intervento,ultimamente mi sono capitate situazioni molto pericolose dove veramente ho avuto paura,e pertanto voglio provare un po' di mosse per affrontare in futuro altre situazioni e non farmi trovare impreparato,accetterei altri consigli del tipo: forte pendenza con neve fresca o battuta,con sale su strada infangata di neve,o guida su strada ghiacciata in qualsiasi pendenza o salita che sia. O quando usare il maxi drive anteriore e posteriore.intanto tante grazie.
Vedere la fila di auto (incolonnate) sulla statale e tu con il Def tranquillo per i campi, non ha prezzo!!!by Mummia
Dominik
Avatar utente
 
Messaggi: 858
Iscritto il: 13/03/2016, 16:08

Messaggioil 15/12/2016, 15:06

Quando guidi su scarsa aderenza blocca SEMPRE il centrale. Se hai bisogno di coppia (forti pendenze) metti anche le ridotte.

I blocchi ai ponti vanno usati quando hai bisogno la MASSIMA MOTRICITA' POSSIBILE quindi ovviamente in condizioni di scarsa/scarsissima aderenza.

I bloccaggi ai ponti LIMITANO ED A VOLTE QUASI ANNULLANO l'effetto sterzante della vettura quindi vanno usati con cognizione di causa, su terreni a scarsa aderenza, a bassa velocità. A proposito, l'inserimento SEMPRE A VEICOLO FERMO.

Per il ghiaccio niente è meglio delle CATENE, sull'asse anteriore se ne hai solo due, ed ovviamente meglio 4 una su ogni ruota.

Bloccaggi, ridotte e trazione NON SALVANO E NON SERVONO per essere più sicuri su strade innevate/ghiacciate, dove ANZI il fuoristrada è svantaggiato rispetto ad un mezzo più leggero, più basso e più stabile.

Questi i princìpi generali,...poi cerca qui dentro la guida su neve.... ;)
fanfango
Avatar utente
 
Messaggi: 3053
Iscritto il: 05/12/2003, 16:47
Località: Varese

Messaggioil 15/12/2016, 15:26

fanfango ha scritto:Quando guidi su scarsa aderenza blocca SEMPRE il centrale. Se hai bisogno di coppia (forti pendenze) metti anche le ridotte.

I blocchi ai ponti vanno usati quando hai bisogno la MASSIMA MOTRICITA' POSSIBILE quindi ovviamente in condizioni di scarsa/scarsissima aderenza.

I bloccaggi ai ponti LIMITANO ED A VOLTE QUASI ANNULLANO l'effetto sterzante della vettura quindi vanno usati con cognizione di causa, su terreni a scarsa aderenza, a bassa velocità. A proposito, l'inserimento SEMPRE A VEICOLO FERMO.

Per il ghiaccio niente è meglio delle CATENE, sull'asse anteriore se ne hai solo due, ed ovviamente meglio 4 una su ogni ruota.

Bloccaggi, ridotte e trazione NON SALVANO E NON SERVONO per essere più sicuri su strade innevate/ghiacciate, dove ANZI il fuoristrada è svantaggiato rispetto ad un mezzo più leggero, più basso e più stabile.

mi segno tutto e me lo tengo in macchina che puo' sempre servire! ;)

Questi i princìpi generali,...poi cerca qui dentro la guida su neve.... ;)
Then conquer we must, when our cause it is just,
And this be our motto: "In God is our trust."
zuckuss
Avatar utente
 
Messaggi: 1558
Iscritto il: 22/06/2010, 9:27

PrecedenteProssimo

Torna a GUIDA IN FUORISTRADA

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite