Africaland • Leggi argomento - Iran 2018

Iran 2018

Diari ed Appunti di Viaggio

Messaggioil 29/10/2018, 17:16

Sono tornato da qualche giorno e desidero condividere questa bella esperienza con i frequentatori del forum.

Alcuni dati. Auto utilizzata: Defender 90 del 2008 con 112.500 km, nessun allestimento particolare. Ho solo installato una doppia batteria per poter utilizzare tranquillamente un frigorifero portatile della Waeco e caricato sul partapacchi una tanica supplementare di 20 litri ed una seconda ruota di scorta.

Equipaggio: io e mia moglie.

Partenza da Firenze il 22 settembre con direzione Ancona per prendere il traghetto fino ad Igoumenitsa. Ritorno sempre via Igoumenitsa con traghetto il 20 ottobre. I primi quattro giorni di viaggio (così come gli ultimi 4) sono di puro trasferimento tra Grecia e Turchia. I km da percorrere non sono pochi (circa 2.500 da Igoumenitsa al confine Turco/Iraniano) e non ci sono segnalazioni particolari se non la perdita di un paio di ore per by-passare Istambul. Per mia esperienza (in Turchia ci sono stato anche in moto nel 2011) i turchi, alla guida, non sono poi così indisciplinati. Questo vale per le zone extraurbane e le piccole città. Istambul evidentemente è una “zona franca” e nel tratto autostradale che passa a Nord in direzione Ankara si vede di tutto. L’uso degli indicatori di direzione penso sia vietato per legge, nessuna le usa…, il sorpasso si effettua indistintamente a destra come a sinistra e se le corsie sono occupate niente di meglio che percorrere a tutta velocità la corsia di emergenza. Tralascio gli schizzofrenici cambi di corsia per inserirsi in ogni minuscolo pertugio che hai pensato bene di lasciare libero rispetto alla macchina che ti precede e altre cosette. Comunque è un caos organizzato perché il traffico anche se lento scorre. Insomma una bella esperienza di vita da provare almeno una volta. Anzi due… visto che la guida ”creativa” dei turchi impallidisce di fronte alla conddotta in strada degli iraniani.

Dunque, dicevo, i primi quattro giorni passano via lisci. Dalla Gracia fino al confine Turco/Iraniano (Doguba****/Bergazan) praticamente si percorre una unica autostrada/superstrada soprattutto in Turchia in perfette condizioni. Procedendo verso Est in Turchia si comincia a salire di altitudine e si percorre un vastissimo altopiano sempre sopra i 1000/1500 metri slm. Anche il paesaggio diventa più interessante con formazioni che sono il risultato di erosioni di acqua e vento che portano alla luce colori che variano dal giallo al rosso e anche al verde e ci danno la possibilità di fare qualche breve sosta giusto per rompere la monotonia del viaggio.
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
mavieni65
 
Messaggi: 160
Iscritto il: 03/07/2014, 7:14
Località: Firenze

Messaggioil 29/10/2018, 17:21

Continuiamo il nostro cammino verso oriente e man mano che ci addentriamo nelle zone orientali aumentano i controlli della polizia lungo la strada. Proseguiamo ancora e la polizia è sostituita dall’esercito. La tecnica è sempre la stessa: restringimento della carreggiata con via obbligata all’unica corsia lasciata aperta dove si procede a passo d’uomo per la presenza di diversi dissuasori di velocità davanti ad almeno tre/quattro militari armati di tutto punto, un’altro è sedutto alla torretta con mitragliatrice del sempre presente blindato e l’ultimo è ben nascosto dentro la bella garritta protetta da sacchi di sabbia. Devo dire, però, che almeno all’andata non ci hanno mai fermato.

Arrivati alla frontiera la passiamo velocemente anche grazie all’ausilio, ovviamente retribuito, del solito “assistente” locale che si incarica di far timbrare il passaporto, con salto della fila presente, e carnet de passage. C’è anche da prendere un po’ di valuta locale. Il nostro nuovo amico ovviamente è attivo anche su questo fronte ed è ben lieto di fornirti qualche milione di Rial Iraniani specificando che il cambio che ti praticherà e più vantaggioso rispetto a quello ufficile. Decido di cambiare 200 euro giusto per avere in tasca qualche soldo sapendo di avere la sera stessa un appuntamento in albergo per la consegna della carta ricaricabile iraniana che ho prenotato dall’Italia prima di partire (carta che consiglio e di cui darò più indicazione alla fine del report). Il cambio praticato alla frontiera è effettivamente più vantaggioso di quello ufficiale. Con 1 euro mi ha consegnato circa 60.000 rispetto ai 50.000 del tasso ufficiale. In realtà il tasso ufficiale è praticato solo dalle banche e da qualche albergo, ovunque si applica il tasso del libero mercato che nell’arco della vacanza ha fluttuato tra 1/170.000 e 1/183.000 rial.

Entriamo in Iran e alcune differenze anche solo rispetto alla Turchia si appalesano subito e rimarranno costanti per tutta la vacanza. Sotto l’aspetto meramente pratico del viaggiatore, le strade peggiorano nettamente e, aspetto non secondario in un viaggio dove si prevede di percorrere 6/7000 km con la propria auto, le stazioni di servizio con annessi servizi igenici sono abbastanza spartane. Spesso capita di giudare, tra una città e l’altra, in zone desertiche per 3/400 km senza attraversare alcun centro urbano, l’unica possibilità di sosta per comprare qualcosa e andare alla toilette sono le citate stazioni di servizio. Ebbene comprare qualcosa da mangiare non è semplicissimo almeno di non pensare di tornare ingrassati di qualche chilo visto che vendono praticamente solo dolci. In ordine alle toilette, poi, bisognerebbe aprire un capitolo a parte. Igenicamente sono molto al di sitto della sufficienza. Si tratta sempre di un casotto con bagno alla turca, spesso senza acqua corrente, ma soprattutto, credo, mai puliti dall’era della loro installazione. E parlo di “era” non a caso…. vista la vetustà delle strutture. Ovviamente la carta igienica è totalmente sconosciuta (altra costante anche nei bagni all’interno di strutture turistiche anche a pagamento).

Le prime due notti le passiamo a Tabriz la terza e la quarta a Teheran. A Teheran visitiamo il palazzo Golestan
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
mavieni65
 
Messaggi: 160
Iscritto il: 03/07/2014, 7:14
Località: Firenze

Messaggioil 29/10/2018, 17:25

Si inizia a fare sul serio. Dopo Teheran ci fermiamo 3 giorni ad Isfahan. Visita delle varie attrazioni
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
mavieni65
 
Messaggi: 160
Iscritto il: 03/07/2014, 7:14
Località: Firenze

Messaggioil 29/10/2018, 17:27

e escursione per una intera giornata alle dune di Varzanè ed al lago salato poco più a sud. Le dune di Varzané sono a poco più di una ora a sud/est di Isfahan. Si raggiungono percorrendo una strada asfaltata, poi dopo una piccola deviazione sterrata si arriva al sito. Per entrare ed avvicinarsi alle dune si pagano i classici 200.000 rial. Si arriva così in un piazzale/posteggio dove lasciare la macchina e proseguire a piedi sulle dune li vicino. Ci sono anche delle strutture, non si capisce se in disuso o in costruzione, e un paio di addetti che si offrono di farti fare un giro sui loro quad. Le dune sono belle però se si desidera attraversare il sistema dunale in macchina conviene proseguire verso sud sulla strada fino ad una pista che viene utilizzata da camion che si dirigono verso il lago salato a prelevare il sale. Imbocco la pista con qualche dubbio. Magari, trattandosi di una pista utilizzata a fini commerciali per la raccolta del sale la stessa potrebbe essere interdetta ai veicoli privati. Vabbè, mi dico, provo e poi vediamo..
Il paesaggio è molto bello e siamo circondati dalle dune, ci fermiamo a fare diverse foto e in lontananza, dietro di noi, vedo una nuvola di polvere. Comincio a pensare che percorrere la pista non sia stata una grande idea. La nuvola di polvere si avvicina e intravedo al suo interno la sagoma di un camion. Penso, ecco fatto, adesso mi prendo un bel cazziatone per essere entrato dove non dovevo. Il camion si avvicina ancora e si ferma al mio fianco. Faccio l’indifferente e continuo a scattare foto. Il camionista si avvicina e con gran sorriso mi fa capire di volersi fare una foto insieme a me davanti al suo camion. Rimontiamo ognuno sul suo mezzo e proseguiamo. Alla fine arrivo ad un gabbiotto con una sbarra, oltre, immagino, ci sara il sito di estrazione del sale. Faccio manovra per invertire la marcia ed il mio nuovo amico camionista mi fa cenno di avvicinarmi. Mi fa capire che posso passare. Insieme a lui c’è anche un’altra persona, immagino l’addetto del gabbiotto. Anche lui mi fa capire che posso passare, contemporaneamente, però strusciando la punta delle dita della mano capisco che vuole una piccola mancia. Ho già la mano al portafoglio, metto in moto. Il camionista si avvicina. Vuole che lasci lì la machina e che io e mia moglie proseguiamo sul suo camion. L’idea non mi entusiasma, ringrazio e torno indietro.
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
mavieni65
 
Messaggi: 160
Iscritto il: 03/07/2014, 7:14
Località: Firenze

Messaggioil 29/10/2018, 17:32

sempre le dune..
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
mavieni65
 
Messaggi: 160
Iscritto il: 03/07/2014, 7:14
Località: Firenze

Messaggioil 29/10/2018, 17:33

mi scuso per la qualità delle foto ma dopo la riduzione per l'up load vedo che sono tremende...
mavieni65
 
Messaggi: 160
Iscritto il: 03/07/2014, 7:14
Località: Firenze

Messaggioil 29/10/2018, 17:37

Dopo Isfahan pernottiamo a Yazd
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
mavieni65
 
Messaggi: 160
Iscritto il: 03/07/2014, 7:14
Località: Firenze

Messaggioil 29/10/2018, 17:45

Bravissimo e complimenti anche a te!! Qui rimaniamo in attesa delle prossime puntate !!


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk
"La fatica non è mai sprecata. Soffri ma sogni."
Pietro Mennea.
Davidone
Avatar utente
 
Messaggi: 5472
Iscritto il: 18/02/2010, 16:28
Località: Alba

Messaggioil 29/10/2018, 17:46

Quindi ci dirigiamo verso Kerman che rappresenta la base per visitare i famosi Kalut
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
mavieni65
 
Messaggi: 160
Iscritto il: 03/07/2014, 7:14
Località: Firenze

Messaggioil 29/10/2018, 17:58

riposto qualche foto con più risoluzione
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
mavieni65
 
Messaggi: 160
Iscritto il: 03/07/2014, 7:14
Località: Firenze

Messaggioil 29/10/2018, 18:26

Ho fatto anch’io un viaggio simile qualche anno fa.
Tanti bei ricordi.
Splendido paese e gente meravigliosa.
Chi vuol essere lieto sia
Balisticus
Avatar utente
 
Messaggi: 444
Iscritto il: 03/09/2016, 17:58
Località: Siena

Messaggioil 29/10/2018, 21:10

Bello!
bagonghi
Avatar utente
 
Messaggi: 482
Iscritto il: 19/03/2007, 20:44
Località: Castelnuovo Rangone

Messaggioil 29/10/2018, 21:20

Stupendo!!!!!
PIGA
Avatar utente
 
Messaggi: 263
Iscritto il: 11/09/2004, 8:35

Messaggioil 30/10/2018, 7:53

Grazie. Oggi pomeriggio conto di proseguire il report.
mavieni65
 
Messaggi: 160
Iscritto il: 03/07/2014, 7:14
Località: Firenze

Messaggioil 30/10/2018, 17:18

Allora, dopo Kerman ci dirigiamo a Shiraz. Prima intravediamo in lontananza un bel lago salato
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
mavieni65
 
Messaggi: 160
Iscritto il: 03/07/2014, 7:14
Località: Firenze

Messaggioil 30/10/2018, 17:29

poi il paesaggio cambia leggermente, il puro deserto comincia lasciare il posto anche ad alcune piantagioni soprattutto di piante di pistacchio e melograni. Arriviamo a Shiraz e gli dedichiamo un giorno intero.
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
mavieni65
 
Messaggi: 160
Iscritto il: 03/07/2014, 7:14
Località: Firenze

Messaggioil 30/10/2018, 17:32

Bellissimo!
<<Mollare qualcosa, che sia un lavoro o un'abitudine, significa svoltare e accertarsi di essere ancora in cammino verso i propri sogni>> R. Potts
syncroman
Avatar utente
 
Messaggi: 649
Iscritto il: 10/06/2010, 17:49
Località: Monti trentino-modenesi

Messaggioil 30/10/2018, 17:35

il giorno dopo è prevista la visita di Persepoli
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
mavieni65
 
Messaggi: 160
Iscritto il: 03/07/2014, 7:14
Località: Firenze

Messaggioil 30/10/2018, 17:38

ancora Persepoli
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
mavieni65
 
Messaggi: 160
Iscritto il: 03/07/2014, 7:14
Località: Firenze

Messaggioil 30/10/2018, 17:40

..
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
mavieni65
 
Messaggi: 160
Iscritto il: 03/07/2014, 7:14
Località: Firenze

Prossimo

Torna a RESOCONTI DI VIAGGIO

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 5 ospiti