Africaland • Leggi argomento - proto Land+VW+Suzuki

proto Land+VW+Suzuki

Tutto sui prototipi e veicoli speciali

Messaggioil 24/04/2018, 12:31

Mi sono iscritto ormai un paio di anni fa, in piena preparazione del mezzo, e non sono mai riuscito a presentarmi... ne approfitto ora, e sopratutto, ne approfitto per presentare la macchina

Telaio di un Defender ex Carabinieri, completo di ponti, sospensioni e sterzo
Sospensioni anteriori con molle originali, torretta anteriore +2’’ ammortizzatori Pro Comp ES9000 +4’’, ottenendo un +2’’ di escursione
Sospensioni posteriori con molle originali, staccamolle, puntoni a grande mobilità e ammortizzatori Pro Comp ES9000 con 15’’ di corsa
Blocco differenziale Ashcroft davanti e dietro
Semiassi rinforzati Ashcroft davanti e dietro
Cambio e riduttore Suzuki con super ridotte 5.14:1
Culla di protezione del riduttore
Alberi di trasmissione su misura, flangia Suzuki lato riduttore, flangia Land Rover con doppia crociera lato differenziale
Motore VW 1.9 Tdi (revisione con sostituzione guarnizione di testa e cinghia di distribuzione) con eliminazione dell’elettronica
Kit della acmeadapters.com di accoppiamento con cambio Suzuki (piastra, volano e bulloneria)
Frizione monodisco in rame a 5 petali per Punto GT (più grande del disco per suzuki ma compatibile)
Pompa idroguida del Grand Cherokee con supporto adattato
Turbina a geometria variabile Garret VNT15 originale, revisionata dalla Saito e trasformata da funzionamento a depressione (centralina elettronica) a pressione
Intercooler aria/acqua con pompa e radiatore montati dietro la cabina
Pompa iniezione Bosch 0460414008 di derivazione Daily, revisionata e con modifica alla sede della puleggia per montare l’originale VW
Pompa elettrica dell’acqua di raffreddamento Davies Craig EWP115 in alluminio
Radiatore in alluminio per la Toyota Supra MK4 3.0 turbo, a doppia ventola, montato dietro la cabina
Serbatoio in acciaio di derivazione nautica montato dietro
Carrozzeria Suzuki SJ modificata con muso in vetroresina
Rollbar esterno
Verricello Warn 8274 con motore Bow2plus, stacco tamburo pneumatico e rapporto +30%, cavo tessile 50 metri
Verricello posteriore Warn 8000, cavo tessile 30 metri

Immagine

Pac
Immagine
Pacman
Avatar utente
 
Messaggi: 5
Iscritto il: 01/09/2015, 23:01

Messaggioil 24/04/2018, 12:32

Con questa configurazione abbiamo corso le selezioni RFC dello scorso anno. La macchina si è ben comportata , almeno fino a quando non ci ha piantato l'alternatore... non avendo notato che si era accesa la spia, su un tiro impegnativo le batterie si sono scaricate ed il motore del verricello è andato in stallo causando il surriscaldamento di vari componenti elettrici tra cui il motore stesso...

In quell'occasione abbiamo anche rotto la testina dello sterzo o, meglio, si è tranciato di netto il gambo del braccetto lato pit-arm; riguardando meglio ci siamo resi conto di aver fatto una cavolata, rinforzando la barra ma mantenendo il braccetto originale.

Dopo aver risistemato i danni elettrici, abbiamo anche fatto la modifica allo sterzo, usando la pitarm discovery e una nuova barra (kit Gwyn Lewis)

Immagine

Il lavoro per la sostituzione della pitarm è stato disastroso... la pit originale era praticamente incollata alla scatola dello sterzo e dopo un’infinità di tentativi ho dovuto procedere di flex

Immagine

Immagine

Abbiamo anche messo il blocco al differenziale anteriore e rinforzato i semiassi.

Già che c’eravamo abbiamo messo un motore Bow2plus al verricello, tenendo di scorta il Bow2, e preso due alternatori per averne uno di scorta.

Immagine

Immagine

In ottobre abbiamo corso la Wild Boar Valley Challenge a Buzet (Cro), nella categoria challenge.

Abbiamo corso per quasi una settimana, con tappe da 50-60 km (la prima da più di 100 km) e grazie o per colpa del periodo secco abbiamo fatto forse cinque tiri di verricello.

Sicuramente abbiamo potuto testare adeguatamente la macchina e sono emersi ancora alcuni problemi.

I meno gravi sono stati risolti al volo ma altri li abbiamo risolti in un secondo momento e li stiamo ancora risolvendo...

In particolare la rottura del riduttore ci ha costretto a non finire l’ultima tappa lunga.

Probabilmente per una perdita ad un paraolio, il riduttore si è quasi svuotato e la mancanza di lubrificazione ha cotto l’ingranaggio di input portandolo a perdere tutti i denti.

Immagine

Immagine

Ho revisionato il riduttore cambiando le super ridotte e i paraolii e dovrebbe reggere.

È stato un lavoro lungo e con mille dubbi, non avendolo mai fatto, ma adesso penso di aver capito come funziona il riduttore “dentro”... tutta esperienza

Un altro problema lo abbiamo avuto con lo sterzo.

La scatola dello sterzo ha cominciato a perdere quasi subito. Nonostante un tentativo di bloccare la perdita con il bicomponente alla fine si è danneggiata, rendendo gli ultimi giorni penosi per il pilota.

La decisione quasi inevitabile è stata quella di passare ad un full hydro, e al momento è il lavoro che sto portando avanti... e qui cominciano i problemi veri.

Ho preso in considerazione i kit che si trovano in commercio, tipo Trail-Gear, ma i pistoni che usano hanno la corsa da 6’’, 8’’ e 10’’. Volendo riutilizzare gli attacchi delle testine esistenti, otto pollici sarebbe stato corto e dieci troppo lungo.

La misura corretta sarebbe 230 mm, ma per sicurezza farò fare un pistone con corsa da 220 mm... perdo qualcosa nell’angolo di sterzo ma sto più tranquillo che non vado a sforzare niente.

Gli altri componenti sono stati acquistati su vari siti

Immagine

Ora sto valutando come montare il tutto

Dovrebbe venire qualcosa di simile

Immagine

Un punto critico è la barra panhard che non può rimanere nella posizione originale. Probabilmente dovrò rialzarla e ricollocarla creando dei nuovi supporti. Quasi sicuramente la metterò nell’altro verso, tipo guida a destra.

Un altro punto critico è sicuramente l’attacco alle ruote... i braccetti dove vado ad attaccare la testina dello sterzo sono piuttosto bassi e devo inventarmi un modo per riuscire ad attaccarmi più in alto.

Pensavo di sfruttare i due bulloni del cuscinetto superiore, fare una leva e collegarla al braccetto originale... qualcosa del genere

Immagine

Immagine

Il dubbio principale è se posso fare affidamento su quei due bulloni per gestire la sterzata, anche se in collaborazione con il braccetto principale. Per ridurre la torsione e lo sforzo potrei prolungare la leva ed ancorarla anche al braccetto posteriore (quello della barra di accoppiamento)

Se qualcuno vuole vedere il lavoro precedente può trovare due discussioni in altri due forum http://www.roveraid.com/forum/index.php?topic=6765.0 e http://www.zukimania.org/home/public_ht ... 36931.html

Per il momento... un saluto a tutti

Pac
Immagine
Pacman
Avatar utente
 
Messaggi: 5
Iscritto il: 01/09/2015, 23:01

Messaggioil 24/04/2018, 12:54

Complimenti!!!

Inviato dal mio ALE-L21 utilizzando Tapatalk
C'E SEMPRE UNA MANO DISPOSTA AD AIUTARTI...IN FONDO AL TUO BRACCIO...
landy76
Avatar utente
 
Messaggi: 6257
Iscritto il: 26/03/2007, 13:25
Località: Cremona

Messaggioil 24/04/2018, 13:03

Per quanto riguarda il gruppo motore cambio e riduttore non facevi prima a montare un td5 completo di cambio e riduttore?
221068
Avatar utente
 
Messaggi: 4001
Iscritto il: 07/09/2012, 22:29
Località: arce (FR)

Messaggioil 24/04/2018, 15:37

ciao

full-hydro con barra panhard è una soluzione poco utilizzata
la panhard si usa sempre accoppiata ad una barra di sterzo in modo che lo sterzo segua lo "spostamento" laterale del ponte
nelle compressioni ed estensioni


se usi i due braccetti anteriori delle scatole originali , cerca di fare bene i conti con la posizone del pistone o vai fuori angolo Ackermann....non so se hai abbastanza spazio
MOSQUITO ROYALE
Att.ne lavorare sui mezzi da offroad è il mio lavoro; quindi valutate di testa vostra un eventuale conflitto di interessi
arkadia
Avatar utente
 
Messaggi: 7401
Iscritto il: 13/01/2004, 18:51
Località: Reggio Emilia

Messaggioil 24/04/2018, 19:04

Grazie per i complimenti :11

221068 ha scritto:Per quanto riguarda il gruppo motore cambio e riduttore non facevi prima a montare un td5 completo di cambio e riduttore?


La scelta del motore deriva da una serie di scelte precedenti all'arrivo del telaio def.

Originariamente il lavoro doveva essere quello di impiantare il tdi su un suzuki con cui facevamo gare da un po' di tempo. La macchina era già stata trasformata a molle, ma con testine sotto dimensionate, che ci portava a dover sostituire qualche unibol ad ogni gara... decisamente poco affidabile. Quindi, a fronte di un lavoro di rinforzo di tutto il reparto ponti/sospensioni ed avendo l'occasione del defender abbiamo optato per andare su un sistema collaudato e ampliamente migliorabile con prodotti facilmente reperibili.

In verità c'era anche il motore td5 ma Il motore tdi l'avevamo già recuperato, come pure il kit per il montaggio del cambio suzuki e quindi abbiamo scelto di rimanere sul VW. Inoltre avevamo scelto di eliminare tutta l'elettronica, e con il td5 non era fattibile.

arkadia ha scritto:full-hydro con barra panhard è una soluzione poco utilizzata


Sicuramente sarebbe stato meglio avere un sistema a 4 link, ma mi sembrava un lavoro più complicato, anche perchè la speranza era di riuscire ad andare alle selezioni RFC a fine maggio :roll:

Dalle ricerche che ho fatto sul full hydro ho trovato varie foto e video di macchine che hanno mantenuto la panhard

arkadia ha scritto:se usi i due braccetti anteriori delle scatole originali , cerca di fare bene i conti con la posizone del pistone o vai fuori angolo Ackermann....non so se hai abbastanza spazio


Lo spazio è poco e aspetto di avere il pistone per fare tutte le prove del caso.

Ma con il full hydro l'effetto Ackermann non va a farsi benedire in ogni caso? Da quello che ho capito la ruota interna dovrebbe sterzare più di quella esterna, ma con un pistone per un centimetro che tira la ruota esterna, spinge di un centimetro la ruota interna, quindi dovrebbero rimanere parallele.. o no? Non sono un ingegnere e non ho molta esperienza e quindi alcune cose mi sfuggono...

Per il momento grazie a tutti e resto in ascolto... non si finisce mai di imparare

Pac
Immagine
Pacman
Avatar utente
 
Messaggi: 5
Iscritto il: 01/09/2015, 23:01

Messaggioil 24/04/2018, 20:28

Pacman ha scritto:
arkadia ha scritto:full-hydro con barra panhard è una soluzione poco utilizzata


Sicuramente sarebbe stato meglio avere un sistema a 4 link, ma mi sembrava un lavoro più complicato, anche perchè la speranza era di riuscire ad andare alle selezioni RFC a fine maggio :roll:

Dalle ricerche che ho fatto sul full hydro ho trovato varie foto e video di macchine che hanno mantenuto la panhard


ciao
si può fare
non è il massimo ma si fa

non sempre trovare foto di realizzazioni vuol dire che queste siano efficaci ;)

per me lo puoi fare e non sentirai grossi problemi


Pacman ha scritto:
arkadia ha scritto:se usi i due braccetti anteriori delle scatole originali , cerca di fare bene i conti con la posizone del pistone o vai fuori angolo Ackermann....non so se hai abbastanza spazio


Lo spazio è poco e aspetto di avere il pistone per fare tutte le prove del caso.

Ma con il full hydro l'effetto Ackermann non va a farsi benedire in ogni caso? Da quello che ho capito la ruota interna dovrebbe sterzare più di quella esterna, ma con un pistone per un centimetro che tira la ruota esterna, spinge di un centimetro la ruota interna, quindi dovrebbero rimanere parallele.. o no? Non sono un ingegnere e non ho molta esperienza e quindi alcune cose mi sfuggono...



con le gomme che utilizzi e i terreni che affronti
puoi utilizzare un ackermann a valore zero come sui balestrati
ma non puoi renderlo negativo o le ruote diventano convergenti in curva!
ti "incunei" e freni il mezzo

sui ponti patrol o toyota
quando montano dei full hydro
infatti utilizzano le scatole dei perni fusi delle relative versioni balestrate

le balestre in curva , avendo i biscottini flottanti , spostano il ponte variando il passo tra i due lati
il mezzo acquista così un asse di spinta e l'angolo di ackermann può essere a zero


con il pistone non cambia nulla
non è una questione di corsa ma di angoli
se crei un trapezio va da se che gli angoli di lavoro a parità di corsa sono differenti

voglio dire...se le biellette che collegano il pistone al perno fuso sono inclinate gli angoli di lavoro sono diversi

se sposti il pistone molto indietro puoi avere abbastanza angolo....ma è da verificare non ho mai provato
MOSQUITO ROYALE
Att.ne lavorare sui mezzi da offroad è il mio lavoro; quindi valutate di testa vostra un eventuale conflitto di interessi
arkadia
Avatar utente
 
Messaggi: 7401
Iscritto il: 13/01/2004, 18:51
Località: Reggio Emilia

Messaggioil 25/04/2018, 10:07

Un esempio di full hydro con panhard lo da proprio la trail-gear.com nelle istrozioni per il suo kit ( http://www.trail-gear.com/PDF/130305-1-INS.pdf )

Loro montano il cilindro in linea con i braccetti del loro kit High Steer e quindi sopra ai perni... Arkadia sarebbe possibile fare qualcosa del genere, come avevo ipotizzato prima, in modo da tenere il cilindro più alto e allineato rispetto al punto di fissaggio?

Devo comunque farmi un sistema per misurare gli angoli di sterzata delle due ruote con l'assetto originale per poter fare delle valutazioni quando arriva 'sto benedetto cilindro

per il momento un saluto a tutti

Pac
Immagine
Pacman
Avatar utente
 
Messaggi: 5
Iscritto il: 01/09/2015, 23:01

Messaggioil 26/04/2018, 7:59

Pacman ha scritto:
Loro montano il cilindro in linea con i braccetti del loro kit High Steer e quindi sopra ai perni... Arkadia sarebbe possibile fare qualcosa del genere, come avevo ipotizzato prima, in modo da tenere il cilindro più alto e allineato rispetto al punto di fissaggio?



ciao
i perni fusi defender hanno solo due viti
non reggerebbero


fanno fatica a reggere quelli a 4 viti a cui devono aggiungere delle chiavette
di solito li vedi girare a sei viti

puoi mettere il pistone dietro al ponte
e usare i braccetti posteriori
così sei giusto di ackermann

perdi un poco di luce ma è come se rimanesse la barra di accoppiamento

reulsport fa un kit
https://scontent-mxp1-1.xx.fbcdn.net/v/ ... e=5B5BAE27

con dei ponti LR devi usare almeno le 35"
MOSQUITO ROYALE
Att.ne lavorare sui mezzi da offroad è il mio lavoro; quindi valutate di testa vostra un eventuale conflitto di interessi
arkadia
Avatar utente
 
Messaggi: 7401
Iscritto il: 13/01/2004, 18:51
Località: Reggio Emilia

Messaggioil 26/04/2018, 8:51

Una bella fotina del Proto non sarebbe male ;) .
Land Rover,,,,se le conosci non li eviti.
salvojeep
Avatar utente
 
Messaggi: 1972
Iscritto il: 06/03/2006, 22:59
Località: Augusta (SR)

Messaggioil 26/04/2018, 10:49

salvojeep ha scritto:Una bella fotina del Proto non sarebbe male ;) .

...è nel primo post
MOSQUITO ROYALE
Att.ne lavorare sui mezzi da offroad è il mio lavoro; quindi valutate di testa vostra un eventuale conflitto di interessi
arkadia
Avatar utente
 
Messaggi: 7401
Iscritto il: 13/01/2004, 18:51
Località: Reggio Emilia

Messaggioil 26/04/2018, 16:27

Il mio PC oggi dava i numeri, ecco perchè non la vedevo.

Adesso si, comunque sembra un bel mostriciattolo ;) .
Land Rover,,,,se le conosci non li eviti.
salvojeep
Avatar utente
 
Messaggi: 1972
Iscritto il: 06/03/2006, 22:59
Località: Augusta (SR)

Messaggioil 26/04/2018, 17:00

Arkadia, nel kit sopra, il pistone idraulico è di supporto e si utilizza scatola e tiranteria di serie?
Ciao Francesco.
Flaviuti ha scritto.
L'importante è scrivere, anche se a volte non vieni considerato....non ti abbattere...sembrano tutti insormontabili, ma alla fine sono stupendi!!!!!!
stilus
Avatar utente
 
Messaggi: 1313
Iscritto il: 25/10/2004, 20:31
Località: Marineo (PA)

Messaggioil 26/04/2018, 20:05

stilus ha scritto:Arkadia, nel kit sopra, il pistone idraulico è di supporto e si utilizza scatola e tiranteria di serie?
Ciao Francesco.


ciao
elimini la scatola e la tiranteria di serie
alla fine del piantone metti un orbital che comanda il pistone
MOSQUITO ROYALE
Att.ne lavorare sui mezzi da offroad è il mio lavoro; quindi valutate di testa vostra un eventuale conflitto di interessi
arkadia
Avatar utente
 
Messaggi: 7401
Iscritto il: 13/01/2004, 18:51
Località: Reggio Emilia

Messaggioil 26/04/2018, 20:53

arkadia ha scritto:i perni fusi defender hanno solo due viti
non reggerebbero
fanno fatica a reggere quelli a 4 viti a cui devono aggiungere delle chiavette
di solito li vedi girare a sei viti


Immaginavo che due viti fossero poco, ma la speranza è dura a morire...

arkadia ha scritto:puoi mettere il pistone dietro al ponte
e usare i braccetti posteriori
così sei giusto di ackermann

perdi un poco di luce ma è come se rimanesse la barra di accoppiamento


bel sistema ma abbiamo gomme da 33'', e ogni centimetro conta...

Ho passato il pomeriggio a fare esperimenti... ho fatto un telaio per misurare la differenza di angolo di sterzata...

Immagine

Immagine

Immagine

rispetto allo 0, cioè ruote parallele, l'angolo di sterzatura per la ruota interno curva è di 35 gradi, contrapposto all'angolo della ruota esterna che è solo di 30 gradi, come Ackermann comanda...

Adesso che ho preso un po' di misure, quando arriverà il pistone potrò fare alcuni confronti... aspettiamo

Un saluto a tutti

Pac
Immagine
Pacman
Avatar utente
 
Messaggi: 5
Iscritto il: 01/09/2015, 23:01

Messaggioil 28/04/2018, 20:39

Pacman ha scritto:
bel sistema ma abbiamo gomme da 33'', e ogni centimetro conta...

Pac


i land reggono senza problemi le 35"
considerando la tua coppia non hai problemi
MOSQUITO ROYALE
Att.ne lavorare sui mezzi da offroad è il mio lavoro; quindi valutate di testa vostra un eventuale conflitto di interessi
arkadia
Avatar utente
 
Messaggi: 7401
Iscritto il: 13/01/2004, 18:51
Località: Reggio Emilia

Messaggioil 24/05/2018, 6:50

Motore vw, non farmi salire la scimmia che ho in garage ancora il motore del maggiolino che con una turbina più piccola tiro fuori easy 400cv... però poi succhia come un cammello...
D4N13L
 
Messaggi: 18
Iscritto il: 02/05/2018, 2:38
Località: Mira


Torna a PROTOTIPI & LRSV

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite